Home » Celebrazioni e orari

Celebrazioni e orari

temporaneo

11 agosto 2019  

XIX domenica del Tempo Ordinario  

 

Non temere, piccolo gregge!

 

+ Dal Vangelo secondo Luca   

 

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto dare a voi il Regno. Vendete ciò che possedete e datelo in elemosina; fatevi borse che non invecchiano, un tesoro sicuro nei cieli, dove ladro non arriva e tarlo non consuma. Perché, dov’è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore. Siate pronti, con le vesti strette ai fianchi e le lampade accese; siate simili a quelli che aspettano il loro padrone quando torna dalle nozze, in modo che, quando arriva e bussa, gli aprano subito. Beati quei servi che il padrone al suo ritorno troverà ancora svegli; in verità io vi dico, si stringerà le vesti ai fianchi, li farà mettere a tavola e passerà a servirli. E se, giungendo nel mezzo della notte o prima dell’alba, li troverà così, beati loro! Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora viene il ladro, non si lascerebbe scassinare la casa. Anche voi tenetevi pronti perché, nell’ora che non immaginate, viene il Figlio dell’uomo». Allora Pietro disse: «Signore, questa parabola la dici per noi o anche per tutti?». Il Signore rispose: «Chi è dunque l’amministratore fidato e prudente, che il padrone metterà a capo della sua servitù per dare la razione di cibo a tempo debito? Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà ad agire così. Davvero io vi dico che lo metterà a capo di tutti i suoi averi.  Ma se quel servo dicesse in cuor suo: “Il mio padrone tarda a venire”, e cominciasse a percuotere i servi e le serve, a mangiare, a bere e a ubriacarsi, il padrone di quel servo arriverà un giorno in cui non se l’aspetta e a un’ora che non sa, lo punirà severamente e gli infliggerà la sorte che meritano gli infedeli. Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse; quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche. A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più».

 

Il tintinnio delle monete può addormentare, come il dolce fruscio delle banconote,  il denaro ha il potere di distrarre e far sognare un mondo che non è il Regno: una realtà in cui tutto si può comprare e vendere, e solo chi possiede conta qualcosa una società - e una Chiesa - dove i legami fraterni passano in secondo piano

Il cuore di ogni uomo si lega al tesoro che ha cercato e infine scoperto:  può essere il Regno o la ricchezza: dono gratuito di Dio o frutto di abile commercio; il Maestro invita a vigilare, a non lasciarsi stordire e narcotizzare dal denaro perché quel giorno, al suo improvviso ritorno, ci vuol trovare come servi saggi e operosi 

Beati quei servi invitati dal padrone a deporre il grembiule e mettersi a tavola, il banchetto, quello che non ha fine, lo gestirà lui stesso, il Servo per amore per la Chiesa del grembiule, e l’umanità solidale, la festa sarà senza fine nella sua casa, una Chiesa, e un’umanità, che si arricchisce del Vangelo, del dono gratuito di Dio

Ecco la risposta alla domanda di Pietro: sì, la parabola è per tutti,  ma deve ascoltarla con particolare cura chi si dichiara discepolo di tanto Maestro: la Chiesa, che si presenta al grande consesso dei popoli come “esperta in umanità” parabola per la comunità dei discepoli di un uomo povero e solidale con i poveri

La Chiesa scopre come certi titoli o abiti superati sono in contraddizione con il Regno la comunità del Risorto rischia di parlare solo a se stessa e suscitare scandalo perché invece di puntare sul Regno di Dio cerca la sicurezza economica e si spinge ben oltre al necessario per vivere e praticare la carità nella giustizia

 

VITA PARROCCHIALE

 

Lunedì   12 

Inizio   triduo in preparazione alla Solennità dell’Assunzione 

Ore 18.15 Santo Rosario e triduo

Ore 19.00 Santa messa

Martedì 13

 

Ore 18.15 Santo Rosario e triduo

Ore 19.00 Santa messa

In San Giovanni ore 20.30 Santo Rosario pregando per le famiglie

Mercoledì 14

 

Ore 18.15 Santo Rosario e triduo

Ore 19.00 Santa messa

Giovedi   15 

Solennità   Dell’Assunzione di Maria  

Ore 5.00 Processione verso il cimitero e Santa Messa presieduta   dall’Arcivescovo. Rientro in Santuario

Ore 9.00 Santuario

Ore 18.00 Pia pratica delle 100 Ave Maria

Ore 19.00 Santa Messa

Venerdì   16 

 

Sabato   17 

 

Domenica   18 

XX   domenica del Tempo ordinario 

Orario Sante Messe

8.30 Monastero

10.30 Santuario

19.00 Santuario

 

  Prossimi appuntamenti  

 

22/23/24/25/26

Triduo e festa votiva di S. Antonio e S. Lucia

 

 

 

Sante messe

Periodo invernale

SANTE MESSE PERIODO ESTIVO

Giorni festivi:
 
ore 08,30 – Chiesa di Nostra Signora del Sacro Cuore
ore 10,30 – Santuario di S. Antonio
ore 19,00 – S. Giovanni
 
Giorni feriali:
ore 19,00 – Santuario di S. Antonio
 
TUTTI I GIOVEDI’
 
Ore 19,45 – al Santuario di S. Antonio
Adorazione Eucaristica
con meditazione sul Vangelo della domenica successiva
  

Devozioni

Calendario devozionale 2018